powergrass@powergrass.itpowergrass@powergrass.it     +39 02 688.84.13+39 02 688.84.13
Lingua     Area riservata

Il Calcio: lo sport più popolare al mondo

Il calcio è un gioco semplice ed è per questo che è diventato lo sport più diffuso al Mondo.

Durante i mondiali del 1990 in Italia sono stati realizzati ex novo le superfici da gioco di 10 stadi con tappeti erbosi di qualità. In seguito all’evento il gioco ha avuto una forte espansione in Italia. Le pubbliche amministrazioni hanno investito per costruire nuovi campi o ristrutturare quelli esistenti con tappeti erbosi di qualità. Sono state costituite aziende specializzate offrendo servizi di manutenzione straordinaria che con il contributo dei volontari delle associazioni sportive hanno provveduto alla cura dei tappeti erbosi in condizioni, ancora ad oggi, ottimali per l’attività di gioco.

Col tempo, disponendo di campi belli, lo sport è diventato sempre più popolare, le ore di utilizzo dello stesso campo sono aumentate drasticamente ed il calpestio eccessivo dei giocatori tende a compattare il terreno e lasciare che l'erba muoia facilmente dopo poche partite. L'industria del verde ha sviluppato diverse macchine di coltivazione specializzate per la decompattazione del terreno e per migliorare il drenaggio, nonché per selezionare varietà di graminacee resistenti al calpestio ed agli stress ambientali per la crescita dell'erba, così per migliorarne la resistenza all'usura ed aumentare il numero di ore da utilizzare per partite ufficiali e allenamenti.

Negli stadi professionali sono stati introdotti diversi substrati vegetali a base di sabbia insieme a 1 o 2 strati di drenaggio ed un sistema di tubi di drenaggio disposti in trincee riempite con pietrisco, simile al metodo USGA Texas per la costruzione dei green da golf per consentire una infiltrazione d'acqua veloce e per evitare il rischio di sospendere una partita importante a causa delle avverse condizioni meteorologiche.

Tutte queste tecniche hanno avuto come risultato di aumentare la qualità della superficie di gioco e il numero di ore che il campo era disponibile in buone condizioni ed in alcuni casi è stato possibile arrivare fino a 600 ore/anno, ma ha aumentato i costi per la manutenzione e il costo medio orario per mantenere un tappeto erboso naturale di buona qualità.

Con il tempo il numero di giocatori è aumentato sempre di più sulla stessa superficie di gioco e ha contribuito, in alcuni casi, ad un degrado progressivo del terreno che non poteva più soddisfare le esigenze delle associazioni calcistiche.

Più tardi è stato introdotto il gioco del calcio a 5 giocatori e successivamente del calcio a 7. Il gioco si è esteso, oltre ai giocatori della prima squadra, orientati principalmente all’agonismo e alla carriera, ad un bacino di utenza molto più ampio dai più piccoli di 5 anni ai più grandi di 60 con obbiettivi diversi: il divertimento e l’aggregazione sociale.

L’introduzione dei manti sintetici ha consentito la realizzato di nuovi impianti in erba artificiale di facile manutenzione. L’industria oggi propone infatti manti artificiali di qualità in grado di sopportare un numero incalcolabile di attività di gioco. Questo ha soddisfatto la domanda di mercato per diversi anni in quanto è possibile utilizzare il campo per 7 giorni alla settimana, 24 ore al giorno ed i campi artificiali sono stati una grande soluzione per soddisfare la richiesta di un numero di ore maggiore.

Nel corso di pochi anni sono stati realizzati in Italia numerosi campi di calcio in erba artificiale e questo ha contribuito ad accrescere il numero dei praticanti di questo sport così popolare ed accattivante.

Le Aziende di costruzioni specializzate (noi compresi) hanno negli anni costruito molti più campi in erba artificiale che in erba naturale, ciò quale conseguenza della necessità di usare i campi per oltre tre ore al giorno, in qualsiasi condizione climatica, con la possibilità di fare anche i tornei durante il periodo estivo.

La FIGC-LND nel 2005 ha introdotto un regolamento per la costruzione dei campi da gioco in erba artificiale, e oggi, nell’ ultima versione di novembre 2013, è divenuto rigoroso ma efficace, non lasciando molto spazio a speculazioni: il campo deve essere realizzato “conforme al regolamento” oppure non viene omologato e le squadre non possono giocare le partite ufficiali.

Il regolamento prevede un piano di manutenzione obbligatorio almeno per un triennio per garantire ancora meglio una superficie di gioco efficace.

Il risultato finale è la costruzione di campi di calcio di qualità con superfici da gioco planari, drenanti, ben conservate.

Anni dopo, il mercato ha acquisito una certa esperienza ed il risultato non è così positivo per l'erba sintetica. Alcuni preferiscono tornare all'erba naturale, soprattutto per budget bassi e problemi di salute. Dopo tutto, abbiamo visto che solo in alcuni casi l'uso reale supera le 1000 ore a stagione. Pertanto alcune domande sono state sollevate:

  1. quante ore si ha realmente bisogno di giocare sul terreno di gioco?
  2. si deve utilizzare il campo durante le giornate calde in pieno sole?
  3. quale standard di qualità di campo stai cercando?
  4. c'è il ritorno dell'investimento in base alle ore reali di utilizzo all'anno?
  5. siete sicuri che i giocatori preferiscono il manto artificiale?

Il PowerGrass è la migliore superficie di gioco mai vista in tutto il mondo.

Se si considera che la migliore superficie di gioco con meno infortuni è in erba naturale e che le lesioni sull' erba naturale sono spesso legate alle cattive condizioni del terreno di gioco, soprattutto durante l'inverno, si può capire che il PowerGrass è il modo migliore per ottenere una vera superficie da gioco naturale, rinforzata con l'erba artificiale per resistere fino a 1400 ore di gioco all'anno, senza rischi di infortuni legati al terreno di gioco.

Qualunque sia la vostra scelta, assicuratevi che la costruzione del campo sportivo soddisfa gli standard di superfici di gioco di qualità, planare, drenante, ben mantenuta. ed è molto facile con il PowerGrass. Durante il periodo di crescita il campo è completamente ricoperto di erba naturale ed è difficile vedere i danni dopo una partita, allo stesso tempo durante il periodo invernale la stabilità della zolla d'erba è assicurata poiché le radici si ancorano al supporto artificiale. In caso di utilizzo estremo durante l'inverno l'erba naturale può collassare in alcune zone ma la superficie rimane livellata e giocabile fino alla fine della stagione agonistica. Durante la ripresa vegetativa nuove foglie cresceranno nuovamente dalle corone esistenti e la superficie sarà di nuovo verde naturale.

Il Geofill PG è un ammendante organico progettato per sistemi ibridi e viene miscelato con la sabbia per fornire a) una superficie di gioco morbida adatta alle esigenze del giocatore, resistente alla compattazione del terreno, b) più circolazione d'aria e, allo stesso tempo, ideale umidità nella rizosfera, c) un' effetto isolante che promuoverà un' habitat fresco durante le estati calde e trattiene il calore durante l'inverno e d) un assorbimento allo shock quando cadono i giocatori.

Le opzioni di mercato

Con la tecnologia e i materiali oggi disponibili sul mercato, è possibile realizzare tre diverse tipologie di pavimentazioni sportive in base al numero di ore di gioco e le competenze agronomiche degli addetti ai lavori:

  1. Campi in Erba Naturale ...per il gioco tradizionale fino a 3 ore al giorno.
  2. Campi in Erba Sintetica (Artificiale) …per il gioco intensivo senza tregua.
  3. Campi in PowerGrass…i campi dei professionisti alla portata di tutti, garantiti fino a 6 ore di gioco al giorno.
  4. Nota bene: il PowerGrass si integra completamente con l'erba naturale pertanto è possibile rinforzare l'area centrale del campo o meglio tutta l'area di gioco più un metro di out, mentre i dintorni fino ai confini (cordoli, recinzioni) possono essere costruiti con erba naturale senza rinforzo ma con lo stesso substrato vegetale a base di sabbia, ottenendo così un notevole risparmio economico rispetto ad un campo interamente artificiale.

Verbania 07 ott 2012

Il calcio è semplice e promuove l'aggregazione sociale.

Verbania-Varese

Nel PowerGrass anche i dilettanti possono sfidare i professionisti. Amichevole Verbania - Varese. Autunno 2012

Marcatura professionista

Le marcature in scivolata le vediamo principalmente nei campi naturali.

Marcatura in scivolata calcio femminile

Se non ci fosse l'erba naturale non si sarebbe tuffata in questo modo.

Erba ibrida, mista sintetica e naturale PowerGrass

Un prato che respira sopra e sotto il backing artificiale, cresce sano e vigoroso.

"Collaudare" il PowerGrass a piedi scalzi dai nostri figli è una prova di quanta fiducia abbiamo nel sistema.

QR code page.

Chiedi un preventivo senza impegno, è semplice e veloce!Chiedi un preventivo senza impegno, è semplice e veloce! Bookmark and Share

Engineering Carlo Recalcati - Design Vanessa Polimeni     |     Copyright © Gli Specialisti del Verde Srl      |      C.F. e P.IVA IT09242420967