powergrass@powergrass.itpowergrass@powergrass.it     +39 02 688.84.13+39 02 688.84.13
Lingua     Area riservata

PowerGrass è un sistema ibrido ecologico, resistente, economico, facile da installare e mantenere

I tecnici sono certi: solo PowerGrass rafforza davvero l'erba naturale e permette una coesistenza armoniosa tra l'erba naturale e sintetica, con molti vantaggi reciproci.

Lo stato dell'arte

Il prato naturale rappresenta ancora oggi la migliore superficie da gioco e i giocatori professionisti continuano a confermarlo: è più fresco per il gioco, riduce il rischio di distorsioni e traumi alla schiena e non è abrasivo durante le azioni in scivolata rispetto ai campi sintetici e ai campi in terra battuta.
Per contro, il numero di ore d'uso è limitato e le spese di manutenzione sono elevate se si desiderano mantenere standard di qualità adeguati, perciò i gestori sono costretti spesso ad installare campi in erba sintetica scendendo a compromessi per quanto concerne la modalità di gioco, in quanto cambia il rimbalzo ed il controllo della palla e la stabilità della superficie in un terreno bagnato.
Il gradimento degli spettatori,per quanto riguarda la spettacolarità delle azioni, ne risente e anche la sicurezza dei giocatori, affetta da fattori come l'affaticamento precoce durante le giornate calde; le distorsioni per il grip eccessivo dei tacchetti delle scarpe nel manto artificiale; infine il mal di schiena quando il terreno è eccessivamente duro nel caso dei campi in terra battuta oppure troppo elastico nel caso di quelli sintetici; le abrasioni nei campi in terra e nei campi sintetici, soprattutto con temperature superiori ai 40°C.

E' comprensibile che si giochi meglio su un prato sintetico che un prato naturale inseminato di buche pericolose ma se riuscissimo ad avere un prato naturale resistente per la disputa di tutte le attività agonistiche avremmo raggiunto l'obiettivo desiderato.

Infatti, in alternativa è possibile usare l'erba artificiale, studiata ad hoc, per rinforzare il prato naturale realizzando delle pavimentazioni miste, note come "erba naturale rinforzata" oppure "prati ibridi".
I prati ibridi di norma usano l'erba sintetica per rinforzare l'erba naturale. Il gioco si svolge sul prato naturale e la presenza dell'erba artificiale è quasi impercepibile, pertanto sono equivalenti a quelli naturali, pur rappresentando una sensibile miglioria ed una innovazione importante.
I tacchetti delle scarpe segnano il prato, ma non sollevano la zolla dei campi ibridi, pertanto il gioco si sviluppa in maniera più spettacolare, più sicuro e i danni sul prato sono limitati riducendo drasticamente le operazioni di ripristino dopo le partite.

I prati ibridi sono ancora più graditi dai giocatori in quanto rendono la superficie di gioco stabile e più sicura, rinforzando la zolla d'erba naturale, che altrimenti in condizioni di scarsa radicazione avrebbe dei cedimenti durante l'azione di gioco, formando delle buche profonde e pericolose. Il giocatore si sente più sicuro e da il massimo di sé, concedendo azioni di gioco spettacolari.

Il problema

Il prato ibrido in teoria dovrebbe rispondere alle aspettative in termini di qualità e durata, ma le esperienze acquisite hanno sempre reso complesso il lavoro dei tecnici della manutenzione già 2-3 anni dopo l'istallazione.
Integrare un manto artificiale nel prato naturale, per rendere quest'ultimo più resistente, è un obiettivo perseguito tenacemente dall'industria negli ultimi 20 anni con scarsi successi: per garantire la convivenza bisogna preservare le condizioni di crescita del prato naturale all'interno del manto artificiale fin dal primo giorno della semina e quindi poi, nel medio e lungo periodo.
L'uso intensivo della copertura rende ancora più ardua la sfida e non bisogna dimenticare che la presenza del manto artificiale limita la possibilità degli interventi meccanici e rende la superficie da gioco più dura.

La soluzione

Nel corso degli anni abbiamo compreso che un buon sistema ibrido deve avere alcune caratteristiche ben precise per preservare le condizioni ideali di crescita del prato naturale ed allo stesso tempo ridurre e rendere più facili gli interventi di manutenzione. Deve inoltre mantenere le prerogative di sofficità del terreno da gioco naturale per ovviare alla necessità delle ripetute bucature con la Verti-Drain.

Gli esperti dei tappeti erbosi ad uso sportivo cercano di stimolare un ricco e profondo apparato radicale per rendere il prato resistente al calpestio e agli stress ambientali. Va da sé, che i prati ibridi devono avere le stesse caratteristiche dell' erba artificiale, e non deve limitare in modo significativo la crescita delle radici anche sotto il supporto delle fibre artificiali, quindi non deve limitare lo scambio gassoso nel terreno altrimenti il prato s'intossica durante lunghi periodi eccessivamente umidi. Approfondimento

Dunque, in un manto ibrido, è necessario che le radici abbiano la possibilità di svilupparsi in profondità fin dal primo mese di crescita e questo è possibile adottando un manto artificiale con un supporto (detto anche backing) drenante e traspirante.
Un altro aspetto essenziale, che spesso viene trascurato, è che le fibre artificiali devono essere ben ancorate al supporto (backing) affinché fungano da rinforzo al prato e non vice versa. Spesso durante le azioni di gioco si sono visti i giocatori strappare le fibre artificiali insieme alla zolla d'erba perché non erano fissate adeguatamente al supporto.

Naturalmente i fattori che concorrono al successo di PowerGrass sono numerosi e sono stati oggetto di studio in campi sperimentali in Italia ed in Germania da parte di esperti di fama internazionale.

Geofill PG è un' ammendante organico studiato ad hoc, da miscelare con sabbia di tipo USGA, in elevate quantità fino al 50% per rendere più soffice il terreno di gioco con un effetto duraturo nel tempo; migliorare la circolazione dell'aria nel substrato vegetale sopra e sotto il backing e dare spazio alle radici; aumentare il drenaggio dell'acqua ed allo stesso tempo la ritenzione idrica.

Barcelona - San Siro

Una zolla sollevata dal giocatore, non provoca danni solo al prato naturale; è pericolosa soprattutto per il giocatore.

Roots Comparison

La causa è semplice, senza radici forti ben ancorate le zolle si sollevano.

Growing period Cool Season Grasses

Ricordate che le radici dell'erba non crescono nello stesso modo tutto l'anno.

Roots of PowerGrass

Nei manti naturali sono le radici che ancorano la zolla al terreno. Spesse volte negli stadi, far sviluppare le radici in profondità è un' impresa molto difficile. Nel PowerGrass, le radici si ancorano nel supporto artificiale, passando al sottostrato ed il problema è risolto.

QR code page.

Chiedi un preventivo senza impegno, è semplice e veloce!Chiedi un preventivo senza impegno, è semplice e veloce! Bookmark and Share

Engineering Carlo Recalcati - Design Vanessa Polimeni     |     Copyright © Gli Specialisti del Verde Srl      |      C.F. e P.IVA IT09242420967